Turista canadese legato e picchiato in un ostello di Pola

0
Turista canadese legato e picchiato in un ostello di Pola

Legato, picchiato, minacciato con la pistola e derubato. Una notte da horror quella trascorsa tra sabato 22 e domenica 23 gennaio da un cittadino canadese all’ostello Antique di Pola. Il 36.enne è stato maltrattato da un 22.enne polese già noto alle forze dell’ordine.

Tutto è iniziato nel corso della notte in questione, quando il canadese si è svegliato di sobbalzo dopo aver sentito che qualcuno stava entrando nella sua camera dell’ostello. Il malvivente, resosi conto di essere stato scoperto, ha puntato la pistola contro il malcapitato straniero, lo ha legato e gli ha sottratto il telefonino e la carta di credito. Poi è fuggito e il canadese è riuscito in qualche modo ad uscire dalla stanza e dall’ostello, e seminudo a chiedere aiuto in strada. Si è fermato vicino a un semaforo nei pressi di un ufficio postale, a pochi passi dall’Arco dei Sergi. Aveva le mani legate con il filo del telefono. Fortunatamente una donna che si stava recando la lavoro alle 6.30 ha notato il 36.enne, che ha aiutato a slegarsi e a chiamare la Polizia. Il 22.enne ladro è stato fermato qualche ora dopo a Fiume.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display