Turismo, promozione istriana congiunta

Mentre l’alta stagione presenta esiti positivi, gli operatori dei quattro Comuni locali puntano su nuovi opuscoli e video

A Maresego riuniti i rappresentanti degli Enti turistici

A Maresego si sono incontrati i rappresentanti del settore turistico dei quattro Comuni istriani, esprimendo piena soddisfazione per l’andamento della stagione estiva. Alla conferenza stampa è stata sottolineata la collaborazione che unisce le quattro località sotto il marchio “Love Istria” e presentato un nuovo depliant e contenuti video. Ad unire ulteriormente gli Enti locali è il progetto “Tesori gastronomici dell’Istria e del mare – Maristra”, che sarà presentato all’Expo di Dubai. Nel primo semestre, nel Comune di Pirano che rappresenta all’incirca la metà di tutte le capacità ricettive della fascia costiera, i turisti hanno generato 244mila pernottamenti, ovvero il 5,5 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2020 ma comunque il 66% in meno nei confronti dell’anno precedente. Soltanto in giugno ci sono stati 170.330 pernottamenti, ovvero il 59% in più rispetto allo scorso anno ma al di sotto del 24% in riferimento al 2019. La presenza degli ospiti nazionali è stata del 72% anche se in luglio è aumentato il numero dei vacanzieri stranieri, tanto che ormai sono circa la metà. Sino al 18 luglio sono stati registrati circa 91.000 pernottamenti negli alberghi, il 13% in più rispetto allo scorso anno e solo il 7% in meno del 2019. Gli addetti ai lavori stimano che le capacità ricettive nel Piranese sono ben occupate e dovrebbero esserlo almeno fino alla fine di agosto. Se la situazione lo consentirà, la stagione verrà sicuramente prolungata anche in autunno. Anche a Isola hanno prevalso gli ospiti nostrani, ma ora la differenza tra turisti nazionali e stranieri è ancora maggiore. Le strutture ricettive registrano numeri paragonabili all’anno scorso e la maggior parte sono prenotate fino all’autunno. Pure Capodistria ha registrato nel primo semestre poco meno di 18.000 arrivi e oltre 51.000 pernottamenti che rappresentano il 49% di permanenze in più rispetto allo stesso periodo del 2021. A giugno di quest’anno i numeri hanno addirittura superato quelli dello stesso mese del 2019 per un 7% degli arrivi e di quasi il 13% dei pernottamenti. Buoni risultati sono attesi anche per i prossimi mesi, in quanto c’è una grande richiesta di alloggi. Il Centro informazioni turistiche di Ancarano ha una domanda estremamente elevata di alloggi, sia privati che alberghieri. Si tratta per lo più di famiglie e pensionati sloveni, che cercano la possibilità di utilizzare anche i nuovi buoni turistici. Prevedono che l’occupazione sarà molto buona per tutta l’estate e che i numeri saranno al livello dell’anno scorso. Le principali destinazioni del Litorale sloveno da diversi anni collaborano con successo sotto il marchio “Love Istria”. È quasi pronto il catalogo che presenta in modo completo il territorio con le sue specialità, curiosità, bellezze naturali e culturali, attività, esperienze e gastronomia. Sono stati inoltre realizzati contenuti video promozionali in collaborazione con Kleva Films, che presentano i centri cittadini, la gente del luogo e le esperienze autentiche anche per ospiti più esigenti. “I contenuti video saranno destinati alla promozione congiunta, che stiamo portando avanti con successo quest’anno attraverso canali digitali, nonché alla promozione presso fiere in Slovenia e all’estero. Il prossimo evento è la partecipazione all’Expo di Dubai dal 30 gennaio al 23 febbraio 2022, dove le destinazioni turistiche costiere si presenteranno insieme al Carso, i Colli Goriziani e la Valle del Vipacco”, hanno rilevato gli esponenti turistici alla conferenza stampa.

Un momento della conferenza stampa

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.