Turismo. Giugno non sarà da buttare

Foto Ivor Hreljanovic

A quanto sembra giugno non sarà completamente perso per il segmento dell’ospitalità. Ci sono ancora delle cancellazioni di prenotazioni, ma l’annunciata valanga è stata fermata e alcune iniziali riserve stanno decadendo. I primi arrivi sono previsti già nel corso di questo mese con ospiti d’affari, proprietari di immobili (case vacanza), imbarcazioni e roulotte mobili, dato che i campeggi stanno iniziando ad aprire. Tuttavia, se la situazione con il Covid-19 dovesse continuare a scemare, giugno potrebbe, secondo alcune previsioni, portare circa il 10% e secondo una stima più ottimista fino al 30 % del traffico turistico rispetto al giugno dell’anno scorso, quando la Croazia ha registrato poco più di tre milioni di turisti e circa 15 milioni di pernottamenti.

Facebook Commenti