Turismo Croazia: stop obbligo test PCR per gli under 12

La spiaggia di Draga di Moschiena (Mošćenička Draga). Foto Nel Pavletic/PIXSELL

Ancora una misura che sarà abolita per far ripartire il turismo. Da fonti vicine alla task force nazionale si viene a sapere che anche i bambini fino a 12 anni potranno entrare in Croazia senza dover esibire un test negativo al Covid. Finora questa disposizione era valida per i ragazzi dai 16 anni in su per i quali sono già stati autorizzati i vaccini e per i bimbi con meno di 7 anni. Praticamente quelli tra gli 8 e i 16 anni sono rimasti in una zona d’ombra. Perciò, le associazioni turistiche croate hanno inviato la richiesta alla task force nazionale di esentare dall’obbligo di presentare il test PCR al confine anche i fanciulli fino a 12 anni d’età. Quanto questa categoria di turisti sia importante per il turismo croato, lo dimostra il dato secondo il quale nel 2020 i ragazzi tra i 7 e 16 anni hanno realizzato 890mila arrivi e poco più di 7 milioni di pernottamenti, rappresentando il 16% del movimento turistico complessivo.

 

Facebook Commenti