Turismo Croazia. Situazione ancora positiva

Una spiagga a Verbenico (Vrbnik), sull’isola di Veglia (Krk)

Sulla maggior parte dei mercati esteri per il turismo croato, le tendenze sono ancora positive e con buoni propositi per il resto di luglio, agosto e persino settembre, ma i flussi di traffico turistico dipenderanno principalmente dalla situazione epidemiologica e dal rispetto delle misure sia dei residenti che dei turisti, sottolinea il direttore dell’Ente croato del turismo Kristjan Staničić.
Secondo quest’ultimo ci sono 740.000 ospiti sulla costa orientale dell’Adriatico: non ci sono cancellazioni delle prenotazioni, la maggior parte dei turisti attualmente trascorre le vacanze in Istria e nel Quarnero. “Ci sono esempi di altri Paesi turistici che sono già in ‘rosso’ e non vogliamo che  una cosa simile succeda in Croazia”, ​​ha detto Staničić.
Sulla base delle informazioni del mercato, Staničić aggiunge che le tendenze sono ancora positive e che la Croazia è posizionata su molti mercati come una destinazione turistica sicura, ben preparata, di qualità e organizzata.
Il primo uomo del turismo croato afferma inoltre che attualmente in Croazia soggiornano 90.000 turisti in più rispetto allo stesso periodo del 2020 e la maggioranza, ovvero 640mila, sono stranieri, provenienti soprattutto da Germania, Slovenia, Polonia, Austria e Repubblica Ceca.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.