Turismo. Conte tuona: «Corridoi turistici inaccettabili»

Il premier italiano Giuseppe Conte. Foto: PIXSELL

“L’Italia non accetterà i corridoi turistici differenziati in Ue, perché saremmo fuori dall’Ue e non lo permetteremmo mai”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi. “Franceschini sta lavorando per affrontare questo tema”, ha detto, assicurando che “non accettiamo accordi bilaterali che possano creare percorsi turistici privilegiati e io stesso nell’ultimo colloquio con la Von der Leyen ho posto questo tema e detto che sarebbe la distruzione del mercato, anche del mercato unico perché significherebbe che all’interno del’Ue un settore come il turismo possa essere determinato e condizionato da accordi bilaterali. Saremmo fuori dall’Ue, non lo permetteremmo mai”.

Facebook Commenti