Tumore del collo dell’utero: la prevenzione salva la vita

Le mimose sono il fiore simbolo della lotta contro il tumore del collo dell’utero. Foto: Željko Jerneić

Il 25 gennaio ricorre la Giornata delle mimose, fiore simbolo della lotta contro il tumore del collo dell’utero. La Giornata sarà preceduta dalla Settimana europea dedicata alla prevenzione di questa malattia, che si celebra dal 20 al 26 gennaio. In Regione la Lega per la lotta contro i tumori, in collaborazione con la Croce rossa, la Scuola media superiore di medicina, l’azienda faramceutica JGL e varie istituzioni sanitarie cittadine, organizza diversi appuntamenti ed eventi per ricordare questa ricorrenza.
Il 25 gennaio in Corso, dalle 9 alle 13, verrà allestito uno stand dove le volontarie della Lega distribuiranno materiale informativo e metteranno in vendita rametti di mimose per raccogliere donazioni a favore dell’attività dell’associazione. Per quanto riguarda la parte educativa della campagna, una tribuna sul tema si svolgerà il 20 gennaio nell’Aula consiliare del Palazzo municipale. Conferenze sono previste anche a Crikvenica e in diverse località del Gorski kotar.
Il programma è stato presentato dalla dott.ssa Ira Pavlović Ružić, presidente della Lega, assieme alle rappresentanti degli organizzatori. Il tumore del collo dell’utero è una malattia che può essere scongiurata con il vaccino, oppure scoperta molto precocemente. La dott.ssa Ani Mihaljević Ferari ha spiegato che le campagne promosse per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema hanno iniziato a dare risultati positivi.
Negli ultimi anni il numero delle donne malate non è in aumento e succede sempre più spesso che la malattia venga scoperta in tempo. Inoltre, in Regione è stato introdotto nel 2008 un programma che in seguito è diventato nazionale e che riguarda la vaccinazione contro il papilloma virus, il primo passo per prevenire la malattia.
“Purtroppo – ha spiegato la dott.ssa Helena Glibotić Kresina –, i dati sulla mortalità sono ancora abbastanza preoccupanti. In Regione i tumori sono al primo posto, seguiti dalle malattie cardiovascolari. Il tumore al collo dell’utero è al terzo posto, subito dopo quello al seno e alla tiroide”. Il Regione il 28,3% dei decessi è causato da tumori. Va detto che grazie al vaccino a a regolari controlli ginecologici è possibile ridurre del 90% l’insorgere della malattia. “In Regione, nel 2018, a causa della malattia sono morte 8 donne, mentre dal 2014 al 2018 complessivamente 42. Questi numeri possono diminuire ponendo più attenzione sulla prevenzione”.
La prof.ssa Iva Sorta-Bilajac Turina ha reso noto che anche le Associazioni sportive Rika e Torpedo runners hanno aderito alla Giornata della mimosa, a dimostrazione che lo sport è un fattore importante per la salute.

Facebook Commenti