«Trump migliora grazie al desametasone. Dimesso forse già lunedì»

Il medico personale di Trump, Sean Conley, riferisce sulle condizioni del Presidente Usa Foto: Pool/ABACA /PIXSELL

“Le condizioni di salute del Presidente continuano a migliorare”: lo ha detto Sean Conley, il medico personale di Donald Trump, dando un aggiornamento sulle sue condizioni sanitarie davanti al Walter Reed Military Medical Center. Trump, ha proseguito Conley, “è senza febbre da venerdì mattina”. Contagiato dal coronavirus insieme alla moglie Melania, il Presidente Usa “potrebbe essere dimesso già domani”, 5 ottobre, se le sue condizioni dovesse continuare a migliorare , hanno proseguito i medici.
Il team di medici che ha in cura Trump ha spiegato che il capo della Casa Bianca ha subito due cali di livelli di ossigeno nel sangue, per un breve lasso di tempo negli ultimi giorni, e che è in cura anche con gli steroidi, il desametasone, un farmaco facilmente disponibile e molto usato contro il Covid-19; ma si sono mostrati ottimisti sulla salute e le prospettive del Presidente 74.enne.

Cos’è il desametasone?

Il desametasone è un comune farmaco steroideo utilizzato dagli anni ’60, che agisce prevenendo il rilascio di sostanze che scatenano l’infiammazione. Viene usato principalmente per trattare disturbi associati all’infiammazione, come asma, allergie, artrite, lupus, psoriasi e altri disturbi dermatologici e respiratori. Poiché nei casi più gravi, ricordiamo, il nuovo coronavirus può scatenare l’ormai famosa tempesta di citochine, una risposta immunitaria incontrollata, eccessiva e altrettanto dannosa, il desametasone si è dimostrato efficace nell’attenuare proprio l’infiammazione causata dal sistema immunitario, riducendo significativamente la mortalità nei pazienti più gravi.

Facebook Commenti