Truffe online. L’allerta della Polizia: «Non rispondete a questa mail»

Il cyber crimine non risparmi nemmeno gli utenti croati. Foto Zeljko Lukunic/PIXSELL

Attenzione ai diversi tipi di truffe online. È questo l’avviso ai cittadini da parte della Questura istriana, che nell’ultimo periodo ha ricevuto diverse chiamate relative a dei messaggi ‘dubbi’ inviati tramite posta elettronica. In pratica degli ignoti ricattano la gente puntualizzando che nei loro computer, oppure negli smartphone, hanno installato dei programmi malware (chiamato comunemente software dannoso). I mittenti sconosciuti, in questo modo, giungono in possesso dei dati personali delle persone, e chiedono un importo di 950 euro in bitcoin (moneta virtuale) per non distribuirli tramite Internet. La Questura invita dunque a non rispondere a questi messaggi e di aggiornare la password del proprio computer. Si consiglia inoltre di non fornire i propri dati e appunto la password, e di non inserirli nella pagine Internet ritenute dubbie. Se già lo avessero fatto, è necessario immediatamente cambiare la password relativa al conto dell’utente. Nel caso in cui la stessa password viene usata per degli altri conti o servizi, è nuovamente necessario sostituirla. Ulteriori informazioni in merito ai vari tipi di truffe online si possono ottenere sulle pagine web della Polizia nonché sul canale YouTube del Ministero degli Interni.

Facebook Commenti