Trieste. Dipiazza e Sospiri, incontro dannunziano

Il sindaco ha ricevuto il presidente del Consiglio regionale dell'Abruzzo

L'incontro in Municipio. Foto Comune di Trieste

Cordiale incontro mercoledì pomeriggio in Municipio tra il sindaco Roberto Dipiazza e il presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo Lorenzo Sospiri, giunto a Trieste su invito dello stesso sindaco, anche per visitare la mostra “Disobbedisco. La rivoluzione di D’Annunzio a Fiume 1919-1920”, in corso al Salone degli Incanti, sulle Rive, curata da Giordano Bruno Guerri.

Dipiazza ha ricevuto Sospiri, che era accompagnato dal caposegreteria Bruno De Felice, nel tradizionale Salotto Azzurro, intrattenendolo sui più rilevanti temi di attualità inerenti a Triestee, in particolare, sulle significative prospettive di sviluppo economico, culturale e turistico. Sono anche stati tratteggiati i principali aspetti e intenti della mostra sul “Poeta soldato” che, come rilevato in questi giorni, sta facendo registrare un notevole interesse. In tale contesto Dipiazza ha ribadito l’intendimento di collocare a breve nella centrale piazza della Borsa una statua del Vate, simile a quelle già esistenti di altri illustri personaggi dell’arte e della letteratura, e ciò – ha sottolineato il sindaco – “essendo D’Annunzio un grande italiano di cui non si può che essere orgogliosi”.

Intenti pienamente condivisi da Sospiri, anche in quanto pescarese, il quale, conl’occasione ha annunciato che proprio nei prossimi giorni, dal 7 al 15 settembre, si terrà nella città adriatica una kermesse in tema, intitolata, in piena assonanza con la mostra triestina, “La Festa della Rivoluzione. D’Annunzio torna a Pescara”, una “dieci giorni” ricca di eventi e manifestazioni, alla “regia” della quale ha collaborato anche il presidente del Vittoriale Giordano Bruno Guerri. Uno scambio di doni ha concluso l’incontro in Municipio, dopo il quale, come detto, gli ospiti abruzzesi si sono recati al Salone degli Incanti a visitare l’esposizione dannunziana.

Facebook Commenti