Tragedia alla Casa dell’anziano: in atto lo scaricabarile

Sabato sei anziani hanno perso la vita in un incendio

I Vigili del fuoco dopo aver spento le fiamme nella Casa dell'anziano di Andraševac. Foto Igor Kralj/PIXSELL

Dopo la tragedia alla Casa di riposo di Andraševac, in cui sei anziani sono morti nell’incendio divampato nella struttura, mentre le famiglie piangono le vittime e gli altri residenti sono stati dislocati, fioccano le accuse sulle responsabilità per l’accaduto, regolarmente negate dall’istituzione di turno.
Il vicepremier e ministro degli Interni, Davor Božinović, ha affermato che “per quanto mi è dato di sapere, l’ispezione si è recata sul posto quando è stato richiesto l’ampliamento dell’attività, credo nel 2012. Tutto il complesso è ora meta delle investigazioni e sicuramente verranno tratte le debite conclusioni”. Il Tutore per gli invalidi, Ankica Slonjšak, ha evidenziato che “questo è un esempio di come il sistema della tutela sociale sia incapace di rispondere alle necessità degli anziani”. Il Sindacato dei pensionati e la Matica dei pensionati hanno sottolineato che “l’opinione pubblica ha potuto constatare il malfunzionamento del sistema e la gara a scaricabarile per quanto concerne le responsabilità. Per questa ragione urge una riunione del Consiglio nazionale per la terza età”.

Facebook Commenti