Traduzioni. Corso di perfezionamento presentato a Trieste

0
Traduzioni. Corso di perfezionamento presentato a Trieste
Un momento della conferenza stampa del corso di perfezionamento in traduzione giuridica italiano-sloveno che si è tenuta in Regione. L'assessore alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, è il secondo da sinistra. Vicino a lui il rettore dell'Università di Trieste, Roberto Di Lenarda. Foto: ARC

“L’Ufficio centrale per la lingua slovena della Regione Friuli Venezia Giulia sta lavorando da tempo per standardizzare la terminologia giuridico-amministrativa in lingua slovena utilizzata dalle pubbliche amministrazioni del nostro territorio. Ancora oggi ci troviamo spesso di fronte a difformità interpretative che stiamo cercando di superare grazie alla proficua collaborazione con l’Università di Trieste. La convenzione rinnovata a maggio e il nuovo corso di perfezionamento presentato oggi puntano proprio a formare nuove professionalità in grado di dipanare al meglio queste criticità”. Lo ha affermato questa mattina a Trieste l’assessore regionale alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, durante la conferenza stampa di presentazione del corso di perfezionamento in traduzione giuridica italiano-sloveno organizzato dal Dipartimento di Scienze giuridiche, del linguaggio, dell’interpretazione e della traduzione dell’Università di Trieste e sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia.
“Si tratta dell’ultimo passaggio di un percorso ricco di soddisfazioni, iniziato nel 2018 con la creazione dell’Ufficio centrale per la lingua slovena della Regione che – ha ricordato Roberti – già l’anno successivo ha ampliato il proprio raggio d’azione, avviando le procedure per la stipula di apposite convenzioni con diversi enti presenti in Friuli Venezia Giulia”.
“Nel 2020, in un momento non certo facile a causa del Covid, abbiamo stipulato un primo accordo con il Dipartimento dell’Ateneo triestino che ha portato in questi anni alla promozione di seminari, di tirocini per gli studenti presso le strutture regionali e di progetti comuni dedicati a temi di carattere terminologico. Infine – ha aggiunto l’assessore – nel maggio scorso è stata siglata una nuova convenzione per ampliare queste iniziative di collaborazione”.
Il documento prevede infatti sia la possibilità per la Regione di offrire il servizio di interpretazione, fornito dal proprio personale specializzato, in occasione di eventi, convegni o incontri istituzionali di carattere transfrontaliero che quella di collaborare con il Dipartimento di Scienze giuridiche, del linguaggio, dell’interpretazione e della traduzione nell’organizzazione di corsi di perfezionamento e master in materia di traduzione giuridica nella combinazione italiano/sloveno.
“Questa nuova proposta didattica va in questa direzione. È sempre più sentita infatti la necessità di formare persone dotate di competenze così elevate. L’intento finale – ha sottolineato Roberti – è che questo percorso formativo possa rappresentare in prospettiva una sorta di graduatoria dalla quale attingere il personale per le esigenze amministrative degli enti locali e della stessa Regione”.
Il corso presentato oggi sarà erogato in lingua italiana e in lingua slovena. Obiettivo: accrescere le competenze in materia di traduzione e redazione di testi giuridici nelle due lingue e per approfondire la conoscenza dei due ordinamenti. Le lezioni si terranno da ottobre 2022 a giugno 2023: sono previsti due incontri infrasettimanali online e un appuntamento di 6 ore in presenza a Trieste. A fine corso, dopo il superamento della prova finale, saranno riconosciuti 50 cfu e sarà rilasciato un attestato di partecipazione, valido come titolo formativo in ambito concorsuale e in caso di colloqui di assunzione.
“Progetti di questa portata – ha concluso Roberti – sono fondamentali per rafforzare le finalità della legge 38 del 2001 sulla tutela della minoranza linguistica slovena in Friuli Venezia Giulia che, tra le altre cose, disciplina anche l’utilizzo della lingua slovena all’interno della pubblica amministrazione”.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display