Torre. Quando l’occasione fa il poliziotto ladro

Uno dei bancomat fatto esplodere dai ladri. Foto Robert Anic/PIXSELL

L’occasione fa l’uomo ladro. È il proverbio che calza a pennello per quanto avvenuto in Istria. Ebbene la Procura di stato di Pisino ha sollevato l’atto d’accusa nei confronti di due cittadini croati, di rispettivamente 39 e 25 anni, per reato grave contro la proprietà. In pratica si tratta di furto e a perpetrarlo sono stati proprio due poliziotti. I due agenti il 9 ottobre dell’anno scorso tra le 5.08 e le 5.15 nel territorio del sito speleologico della Grotta di Baredine (comune di Nova Vas – Villanova) si sono impossessati di un’ingente quantità di denaro. Invece di fare i poliziotti si sono tramutati in ladri sul luogo dove era in corso il sopralluogo degli inquirenti, impegnati nel raccogliere indizi, dati e informazioni in merito al furto commesso lo stesso giorno alle 3.5 da due ignoti. Quest’ultimi hanno fatto uso di un ordigno esplosivo per far saltare in aria il bancomat che si trovava nell’ambito di un negozio a Torre. Approfittando dell’assenza degli altri agenti di polizia impegnati nel ritrovare gli autori del furto, il 39.enne e il 25.enne hanno rubato banconote da un sacco gettato dai ladri del bancomat per 106.900 kune. Il valore complessivo del furto ammonta, invece, a 500mila kune.

Facebook Commenti