Theresa May annuncia le dimissioni

Downing Street 10

Theresa May non può più reggere più le pressioni del suo stesso partito e ha deciso di dimettersi sia come leader del Partito Conservatore che dalla funzione di primo ministro del Regno Unito. La partenza è annunciata per il 7 giugno.
Parlando a Downing Street, May ha ammesso: “Rimarrà per sempre un profondo dispiacere per me non essere stata in grado di conseguire la Brexit”.
L’annuncio è arrivato dopo un incontro con Graham Brady, presidente del “Comitato 1922”, che era pronto a far scattare un secondo voto di sfiducia nella sua leadership se si fosse rifiutata di dimettersi. Il Comitato stabilirà le modalità della campagna per la futura leadership del partito, che prenderà il via il 7 giugno e dovrebbe durare circa sei settimane. L’ex segretario agli esteri Boris Johnson è probabilmente il capolista tra i contenditori al posto di primo ministro.

Facebook Commenti