Test obbligatori. L’impegno del Consolato Generale d’Italia a Fiume

Il Console generale d'Italia a Fiume, Davide Bradanini

Il Consolato Generale d’Italia a Fiume rende noto che a seguito di verifiche dell’apposita ordinanza “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica Covid-19” del 12.08.2020 firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza, non sono previste eccezioni. L’ordinanza si applica a tutte le persone che provenienti da 4 Paesi – Croazia, Spagna, Grecia e Malta – entrano in territorio italiano. Non sono pertanto esclusi dalla misura, ad esempio, i transfrontalieri, le persone in transito, chi si reca in Italia per visite mediche…
Il Consolato Generale d’Italia a Fiume, unitamente all’Ambasciata d’Italia in Croazia, è impegnato in tutte le verifiche del caso e si impegna a contribuire all’individuazione di soluzioni volte a consentire il superamento delle difficoltà che emergono per tutta una serie di situazioni. Ci è stato assicurato dal Console Generale d’Italia a Fiume, Davide Bradanini.

Facebook Commenti