Stella rossa sul Grattacielo: ora è polemica sui permessi

Foto Goran Žiković

Anche il ministro della Cultura, Nina Obuljen-Koržinek, è intervenuta nel dibattito sulla stella rossa posizionata sul tetto Grattacielo di Fiume nell’ambito di Fiume Capitale europea della cultura 2020. Il ministro ha espresso il giudizio che l’installazione sia in primo luogo “un’operazione politica che si prefigge di attizzare i conflitti ideologici”.
La Obuljen-Koržinek ha pure avvertito che l’opera di Nemanja Cvijanović è stata posta sulla sommità del palazzo senza che siano state rispettate le dovute procedure. Innanzitutto non c’è stato l’assenso dei conservatori della Sovrintendenza ai monumenti di Fiume. Non è stato richiesto nemmeno l’assenso dei proprietari e degli inquilini del Grattacielo e nemmeno è stata messa a punto la documentazione necessaria relativa alla statica dell’edificio che potrebbe essere compromessa dal peso della stella.

Il ministro della Cultura, Nina Obuljen Koržinek. Foto Grgo Jelavic/PIXSELL

In altre parole, ha evidenziato il ministro, la stella è stata posizionata senza attenersi alle disposizioni della Legge sulla tutela dei beni culturali. Pertanto “visto che l’installazione è stata posta alla presenza del sindaco di Fiume senza i necessari permessi e senza che sia stato seguito l’iter dovuto, non posso che considerarla come un’azione politica tesa a fomentare scontri politici, quindi in contrasto con il ruolo della cultura che dovrebbe favorire il dialogo ed essere un fattore di coesione sociale”, ha rilevato il ministro, che ha ricordato come la Sovrintendenza ai monumenti già a febbraio aveva avvertito quali fossero le condizioni da rispettare per posizionare l’installazione su un edificio sottoposto a vincoli di tutela.

La riposta del sindaco Obersnel

Pronta la reazione del sindaco di Fiume Vojko Obersnel, il quale si è detto sorpreso dalle parole del ministro della Cultura. Ha sostenuto di non aver presenziato al posizionamento della stella, ma di essere arrivato sul posto più tardi, ha affermato che l’installazione ha tutti i permessi necessari. Infine, ha ribadito che “non si è trattato di un’operazione politica, bensì a essere fortemente politicizzate sono le reazioni alla stessa”.

Il sindaco di Fiume, Vojko Obersnel. Foto: Patrik Macek/PIXSELL

Facebook Commenti