«Stagione turistica secondo i pronostici»

Lo afferma il ministro Gari Cappelli durante la visita al Marina di Ponte (Punat), sull’isola di Veglia

L'ex ministro del Turismo, Gari Cappelli

“Tutto come previsto”, rassicura il ministro Gari Cappelli sull’andamento della stagione turistica. Il responsabile del dicastero ha precisato, durante la sua visita di ieri al Marina di Ponte (Punat sull’isola di Veglia), che l’estate 2019 ha segnato un incremento degli arrivi del 3 p.c., mentre quello dei pernottamenti tra l’1 e il 2 per cento. Buoni anche i risultati per quanto concerne i guadagni. “La fiscalizzazione indica che il traffico monetario nel settore ricettivo e dei servizi di pernottamento è stato di circa 1,4 miliardi di kune maggiore rispetto alla passata stagione turistica”. Il ministro del Turismo ha poi aggiunto che in base al booking per i mesi di settembre e ottobre “che sta procedendo a gonfie vele soprattutto per quanto concerne il settore nautico, degli affittacamere privati e degli alberghi, prevediamo di chiudere l’anno come avevamo pianificato”. Cappelli ha precisato che gli operatori turistici sapevano che la Croazia sarebbe andata incontro a una stagione difficile, ma alla fine “credo che tutti potremo ritenerci soddisfatti”. Parlando poi del turismo nautico, prendendo spunto dai risultati presentati dal Marina di Ponte (Punat), il ministro ha sottolineato che “questo settore rappresenta il fiore all’occhiello del turismo croato, sul quale saranno concentrati anche gli sforzi futuri”. Il nautico e quello sanitario, sono due rami del turismo in cui si registrano i maggiori consumi. Infine, è stato ricordato che nel corso del 2018, sull’isola di Veglia sono stati registrati 925mila arrivi di vacanzieri, che hanno realizzato 7 milioni di pernottamenti. “ I risultati di quest’anno dovrebbero essere identici”, ha concluso il ministro del Turismo, Gari Cappelli.

Facebook Commenti