Somministrato il farmaco al piccolo Kris: sta bene

Il piccolo Kris con mamma Ana. Foto: rtvslo.si

A Kris Zudich, il bimbo di Capodistria affetto da atrofia spinale di tipo 1, come riporta il Primorski, in una clinica di Los Angeles, gli è stato somministrato il farmaco necessario per la cura. Secondo quanto dichiarato dalla famiglia, Kris ora sta bene, ma dovrà riposare per qualche giorno.
Il farmaco, reperibile solo negli Stati Uniti, dovrebbe agire rapidamente, ma è ancora difficile prevedere l’esito della cura, ha sottolineato Ana, la madre di Kris. Il costo del medicinale 2,22 milioni di dollari è stato saldato grazie alle donazioni provenienti da tutta la Slovenia, ma anche dall’Italia.
Il viaggio della speranza del bambino di 21 mesi è iniziato mercoledì 6 novembre, quando assieme a mamma e papà è volato negli Stati Uniti, dove è attualmente sottoposto alle cure, che gli dovrebbero permettere di potersi sviluppare normalmente e riconquistare l’uso delle gambe.
Kris Zudich, assieme a mamma e papà è decollato da Lubiana a bordo di un aereo privato messo a disposizione da Miodrag Kostić, 60.enne tycoon serbo e proprietario della holding agroalimentare Mk. La straordinaria gara di solidarietà a tutti i livelli, che ha mobilitato musicisti, sportivi e soprattutto tanta gente comune, ha portato a raccogliere ben più dei mezzi necessari, ossia 3,5 milioni di dollari. Tra i benefattori anche personaggi noti dello sport come il cestista NBA Luka Dončič, l’arbitro internazionale di Capodistria Damir Skomina, ma anche il massimo organo calcistico europeo di calcio, l’Uefa, guidata dallo sloveno Aleksander Čeferin.

Facebook Commenti