SMSI di Buie: Zagabria stanzia 12 milioni

Aumentano del 21 per cento i fondi per le comunità nazionali in Croazia. L’On. Furio Radin assicura un importante risultato

Furio Radin, deputato CNI e vicepresidente del Parlamento di Zagabria. Foto Patrik Macek/PIXSELL

Il governo croato finanzierà i lavori alla nuova Scuola media superiore italiana di Buie erogando 12 milioni di kune. A fornirci in anteprima la notizia è stato ieri Furio Radin, vicepresidente del Sabor e deputato della CNI al Parlamento croato. Radin ha chiarito che il finanziamento sarà erogato in due tranche. La prima (8 milioni di kune) sarà stanziata nel 2020 e la seconda (4 milioni di kune) nel corso del 2021.
Orgoglioso del risultato
“Sono molto orgoglioso di questo risultato. Non è stata un’impresa facile. Per giungere a questo esito ho dovuto sostenere un’infinità di riunioni con vari interlocutori, in particolare con il ministro delle Finanze, Zdravko Marić”, ha dichiarato Radin. “Intendiamoci, non ci è stato regalato nulla”, ha tenuto a precisare il parlamentare della CNI. “Abbiamo portato a casa questo importante risultato in virtù degli argomenti che siamo stati capaci di esporre ai nostri interlocutori”, ha puntualizzato Radin, rilevando il prezioso aiuto che gli è stato fornito dal presidente dell’Unione Italiana e dal presidente della Giunta esecutiva dell’UI, rispettivamente Maurizio Tremul e Marin Corva. “Abbiamo svolto un lavoro d’équipe. Anche l’appoggio fornitoci dal sindaco di Buie, Fabrizio Vižintin, che ringrazio di cuore, è stato di enorme aiuto”, ha affermato Radin. “Sommando i mezzi messi ora sul piatto da Zagabria, i 6 milioni del governo italiano e i 6 milioni assicurati in precedenza dalla Regione istriana, di cui la metà in arrivo nel 2020 e il resto nel 2021, possiamo considerare chiuso il quadro finanziario del progetto della SMSI di Buie”, ha puntualizzato il deputato della CNI, Furio Radin.
Ritocco del 21 per cento
Ma le belle notizie in serbo per i connazionali dal loro rappresentante a Zagabria non si esauriscono qui. I Banski dvori hanno confermato a Radin che l’anno venturo il budget del Consiglio per le minoranze nazionali della Repubblica di Croazia sarà incrementato di oltre il 21 p.c. Lieviteranno pure i fondi destinati all’Ufficio governativo per le minoranze nazionali.
Finanziamenti importantissimi
“Nel caso dell’Ufficio governativo per le etnie un primo incremento è previsto già entro la fine dell’anno, mentre per il 2020 possiamo parlare di un aumento consistente. Si tratta di finanziamenti importantissimi in quanto costituiscono una fonte di liquidità per i beneficiari, tra i quali le nostre Comunità, alle quali questi mezzi saranno stanziati in linea con la prassi in vigore da anni”, ha concluso l’On. Furio Radin, anticipando che ulteriori dettagli saranno noti nei prossimi giorni.

Facebook Commenti