Slovenia: un contagio, occhio a Jesenice

Foto Davor Puklavec/PIXSELL

nelle ultime 24 ore in Slovenia sono stati effettuati 814 tamponi ed è stato registrato un nuovo caso di coronavirus. Non si è verificato alcun decesso e sei pazienti sono tuttora ricoverati in ospedale. In totale, sono stati confermati 1.486 casi di infezione e il numero di decessi rimane fermo a 109.
Il caso riguarda l’ospedale generale di Jesenice, dove il virus è stato trovato in uno dei pazienti del reparto di gastroenterologia dove lavorava l’infermiera infetta di cui abbiamo scritto giorni fa. I risultati dei test ripetuti negli altri pazienti sono risultati negativi, e oggi è stato effettuato il tampone tra i dipendenti. Il contagio da Covid-19 è stato riscontrato anche nella figlia dell’infermiera di cui sopra che frequenta la scuola elementare “Prežihov Voranc” di Jesenice. Ecco perché la classe è stata messa in in quarantena per i prossimi 14 giorni, mentre le lezioni si svolgono da remoto. Come sostiene il direttore della scuola, Robert Kerštajn, gli alunni in quarantena sono sotto osservazione dell’Istituto per la salute pubblica. Il lavotro del resto della scuola prosegue normalmente.
È stato rilevato un contagiato anche in uno dei dipendenti della nota azienda Elan: 20 altri lavoratori sono stati messi in quarantena; si tratta di persone che erano nello stesso turno di lavoro.

Facebook Commenti