Slovenia. Positività dei tamponi all’8,65%

Un paziente sottoposto a tampone. Foto Marko Lukunic/PIXSELL

In Slovenia nelle ultime 24 ore, a fronte di 1.940 test anti-Covid-19 effettuati, si registrano 168 nuovi casi di contagio per un’incidenza rispetto ai tamponi fatti dell’8,65%.
“Se non saremo responsabili nei prossimi mesi, ci ritroveremo di nuovo nella stessa situazione della primavera scorsa, quando la vita pubblica si è interrotta, e questo porterà anche a una battuta d’arresto dell’economia”, avverte il primo ministro Janez Janša.
Il modo in cui potremo vivere normalmente nei prossimi mesi “dipenderà dal rispetto delle misure epidemiologiche” contro la diffusione del nuovo coronavirus, ha sottolineato oggi il premier Janša in una tavola rotonda a Lubiana. “Si possono evitare misure rigorose con un comportamento responsabile”, ha esortato il primo ministro.
Lo psicologo Andrej Perko, intervenuto al dibattito, invece, si è concentrato sull’analisi della risposta all’epidemia. “Le persone che hanno paura e reagiscono in preda al panico hanno primariamente paura della morte”.

Facebook Commenti