Slovenia, la curva dei contagi torna a salire

Il portavoce del governo sloveno, Jelko Kacin. Foto: Pixsell

La Slovenia potrebbe modificare i criteri antiepidemici da rispettare per poter accedere sul suo territorio dall’estero. La settimana scorsa le autorità di Lubiana hanno inserito la Croazia nella cosiddetta lista rossa dei Paesi epidemiologicamente insicuri a causa del Covid-19. Il portavoce dell’Esecutivo Janša per le questioni connesse al coronavirus, Jelko Kacin, ha ribadito che si è trattato di una scelta giustificata, specialmente considerato l’avvicinarsi dell’inizio dell’anno scolastico. “Ora inizia a interessarci sempre meno il numero di ammalati ogni 100mila abitanti negli ultimi 14 giorni e sempre di più il numero relativo ai casi importati da ciascun Paese”, ha annunciato Kacin, puntualizzando che l’obiettivo del governo consiste nel porre sotto controllo l’epidemia prima dell’avvio dell’anno scolastico, che in Slovenia inizierà martedì prossimo. L’infettivologa Nuška Čakeš Jager ha detto che dal giugno scorso in Slovenia sono stati registrati 323 contagi da Covid-19 importati dall’estero (179 dalla Croazia, 45 dalla Bosnia ed Erzegovina, 30 dalla Serbia, 19 dal Kosovo).
Nel corso della conferenza stampa Kacin ha ricordato che nei confronti dei Paesi confinanti (tutti membri dell’UE), inclusi quelli nei quali è presente una minoranza slovena (ad esempio nella zona di Trieste), Lubiana ha adottato misure anticovid più flessibili e sottoscritto accordi bilaterali particolari. A tale proposito ha detto che sebbene in Friuli Venezia Giulia il numero dei malati stia aumentando, Lubiana non ha iniziato a valutare possibili misure. Ha escluso la possibilità che anche a chi si reca in un Paese dei Balcani occidentali che non sia la Croazia possa essere concessa la possibilità di rientrare in Slovenia senza l’obbligo di sottostare alla quarantena qualora si sia trattenuto nei medesimi per non più di 48 ore in quanto titolare di immobili, lavoratore transfrontaliero o per motivi familiari.
Oggi in Slovenia, a fronte di 1.439 test effettuati, sono stati confermati 36 nuovi casi di Covid-19 (15 in più rispetto alla giornata precedente), di cui due importati dalla Croazia e altrettanti dalla Germania. In totale le persone affette da SARS-CoV-2 sono 419, di cui 20 ricoverate in ospedale.

Facebook Commenti