Slovenia. Immunità di gregge col 60% dei vaccinati

Una veduta di piazza Tartini, a Pirano

In Slovenia il 39 per cento della popolazione adulta è stata vaccinata contro il Covid-19, mentre un quarto del numero complessivo dei cittadini ha fatto anche il richiamo. Ma per raggiungere l’immunità di gregge contro il ceppo originario di Wuhan del coronavirus il 60 per cento della popolazione dovrà essere vaccinato. A spiegarlo è stata l’epidemiologa Bojana Beović, a capo del gruppo di esperti per le vaccinazioni in Slovenia. dove nelle passate 24 ore sono stati registrati 91 neocontagiati dal Covid-19 che purtroppo ha stroncato la vita di un paziente mentre la lotta contro il morbo continua per poco meno di 4mila persone. “Sono dati incoraggianti però il virus è presente eccome nel Paese”, ha aggiunto Beović. Pertanto alcune misure antiCovid rimarranno in vigore anche dopo la proclamazione della fine dell’epidemia che, secondo quanto dichiarato finora dal premier Janez Janša, potrebbe avvenire a metà giugno. Alcune attività hanno potuto ripartire (eventi sportivi e culturali, esercizi di ristorazione e il turismo) ma chi vi è coinvolto deve essere vaccinato, negativo al test per il Covid o guarito dallo stesso.

Facebook Commenti