Slovenia. Altri chilometri di filo spinato al confine con la Croazia

La posa di una parte della barriera al confine tra Slovenia e Croazia. Foto: Kristina Stedul Fabac/PIXSELL

Altri chilometri di filo spinato al confine con la Croazia. Lo ha deciso il governo sloveno, “per impedire le migrazioni illegali”, come dichiarato dal ministro degli Interni, Aleš Hojs. Durante la visita alla regione Savinia, il ministro si è sincerato della situazione al confine con la Croazia, annunciando la posa di una decina di ulteriori chilometri di barriera. I lavori dovrebbero iniziare tra due-tre settimane, ha precisato Hojs, aggiungendo che “non si prevede un afflusso importante di migranti dall’Afghanistan dopo la presa di potere da parte dei talebani”.
La barriera tra Slovenia e Croazia è stata innalzata per la prima volta nel 2015-2016 in occasione della grande ondata migratoria dalla Siria e ora si protrae per circa la metà del confine tra i due Paesi.

Facebook Commenti