Slovenia, 30% di casi positivi nella giornata di sabato

Un tampone per la diagnosi del coronavirus. Foto Matija Habljak/PIXSELL

Stando ai dati pubblicati dal governo, sabato in Slovenia su 3.432 test eseguiti, sono stati confermati 1.024 casi di positivi. Vale a dire che ben il 29,84 p.c. delle persone testate ha contratto il coronavirus. Sono 1.244 le persone che si trovano in cura negli ospedali, di cui 198 in terapia intensiva. Sabato 39 pazienti sono stati dimessi dai nosocomi. Sempre ieri l’altro sono morti 26 pazienti Covid, per un totale di 1.052 dall’inizio dell’epidemia.
Nel Paese, ci sono attualmente 20.119 contagiati attivi da coronavirus e l’incidenza cumulativa di infezioni in 14 giorni per 100.000 abitanti è di 960. Dall’inizio dell’epidemia, 65.308 infezioni sono state confermate nel Paese.
Nonostante le forti restrizioni imposte a livello nazionale i numeri relativi al quadro epidemiologico stanno scendendo troppo lentamente. Un eventuale rilassamento delle misure antiCovid si potrebbe avere una decina di giorni prima della fine dell’anno, ma fino a quando non si procederà alla vaccinazione delle persone si dovrà mantenere un comportamento responsabile e ci si dovrà abituare alla “nuova normalità”. L’Esecutivo statale, non proprio soddisfatto dunque dell’andamento della situazione, ha deciso di prorogare di un’altra settimana le limitazioni riguardanti gli spostamenti tra Comuni e Regioni e ai confini di Stato, come anche il divieto di assembramenti. Questi sono limitati soltanto agli appartenenti alla stessa famiglia o alle persone conviventi nello stesso luogo di abitazione. Anche nei prossimi giorni, inoltre, dalle 21 alle 6 resterà in vigore il coprifuoco.

Facebook Commenti