Sesto rinvio, occasione di salvezza per il 3.maj

FIUME | Il giudice Ljiljana Ugrin del Tribunale commerciale di Fiume ha rinviato per la sesta volta la decisione inerente al fallimento del 3.maj, fissando per il 4 luglio la prossima udienza.
Alla sessione di ieri era presente il direttore del cantiere navale di Cantrida, Edi Kučan, il curatore prefallimentare Zdravko Čupković, i rappresentanti dei sindacati che operano in seno al 3.maj ma anche quelli dell’ex Scoglio olivi.
In apertura di sessione il giudice ha constatato che il debito attuale del cantiere navale corrisponde a 148 milioni di kune. Poi ha invitato il direttore ad esporre la situazione e ad esprimersi in merito alle possibilità che il 3.maj abbia di sopravvivere. Kučan si è detto fiducioso, rilevando che, a quanto gli è dato di capire, esiste pure una voglia politica di salvaguardare il cantiere navale dal fallimento, perciò ha chiesto un breve rinvio di due settimane. Per il rinvio si sono espressi sia Čupković, sia i sindacati. In chiusura dell’udienza, il giudice Ugrin ha deciso di rinviare al 4 luglio la decisione su un eventuale fallimento del 3.maj.

Facebook Commenti