Scuola. Pubblicate le regole ministeriali

L’obiettivo è evitare per quanto possibile la diffusione del contagio nelle aule

Il rientro a scuola si avvicina. Le lezioni cominceranno il 7 settembre. Foto Željko Jerneić

Il Ministero della Scienza e dell’Educazione guidato dal minisro Radovan Fuchs ha pubblicato i modelli e le prescrizioni da applicare nello svolgimento delle attività didattiche nell’anno scolastico 2021/2021 negli asili e nelle scuole in modo da prevenire i contagi da Covid-19 e garantire la sicurezza durante il processo educativo.
Il documento è stato pubblicato sulla pagina web del Ministero e specifica che lo scopo della formulazione di direttive dall’alto è di garantire condizioni quanto più sicure per lo svolgimento dei processi educativo e istruttivo, tenendo a mente le fasce d’età interessate e le diverse condizioni di lavoro negli enti a livello nazionale. Dal Ministero hanno spiegato che tutte le direttive pubblicate nel documento si ricollegano alle misure proposte dal Gruppo di lavoro formato il 7 agosto e inserite nel documento dell’Istituto di salute pubblica intitolato “Indicazioni come prevenire il contagio e debellare il virus Covid-19 nelle istituzioni di educazione prescolare, nelle scuole elementari e medie superiori nell’anno scolastico 2020/2021” del 24 agosto.
In tale documento si guarda soprattutto alla componente epidemiologica, mentre nel documento del Ministero a quella pedagogica. Si tratta, dunque, di due documenti complementari che insieme offrono un’informazione completa. Se dovessero presentarsi nuove domande, dubbi o incertezze, verranno risolti con il dialogo e una comunicazione aperta. L’inizio delle lezioni è stato fissato per il 7 settembre.
A questo punto, dunque, è tutto chiaro: gli operatori del mondo della scuola sanno ora alla perfezione, fin nei minimi dettagli, quali siano i provvedimenti precauzionali ai quali dovranno attenersi alla ripresa delle lezioni, per evitare che il coronavirus faccia la sua comparsa anche nelle aule scolastiche.
Le misure prendono lo spunto da quelle ormai classicihe: si va dal principio del distanziamento sociale, per quanto possibile sia rispettarlo a scuola, all’uso delle mascherine per determinate categorie in alcuni ambiti.

Facebook Commenti