Scuola a Buie: «Scioperi? Sei licenziato»

Il direttore Milivoj Gospić. Foto: glasistre.hr

Terrore alla scuola di Economia di Buie. Il direttore Milivoj Gospić, riportano diversi siti croati, ha iniziato a licenziare gli insegnanti che scioperano. Ma alle accuse il responsabile risponde e spiega: “Un collega è stato assunto il 5 novembre e già sciopera!? Credo che rescinderò il contratto – dice il direttore –. In settembre a un altro collega sono stati concessi dei giorni liberi in modo da consentirgli di andare in crociera con la famiglia per l’anniversario di matrimonio. Ora è in sciopero. La ritengo  una mancanza di rispetto…”.
Nonostante l’entusiasmo generale per l’iniziativa di protesta sindacale, nella scuola buiese le lezioni sono proseguite regolarmente perché una parte dei professori  effettivamente teme o temeva ripercussioni. Il direttore dell’istituto non smentisce, anzi spiega:” Sarò sincero, ho detto apertamente che non tutti sono nella stessa posizione. Tra i ‘ribelli’ ci sono persone che hanno firmato un contratto a tempo determinato della durata di 60 giorni, ma non disdegnano lo sciopero sperando che un domani vengano assunti a tempo indeterminato. Tra chi sciopera c’è chi deve confermare le proprie capacità e qualifiche pedagogiche. Ho annunciato chiaramente che chi opta per l’astensione firma la propria rescissione del contratto sul lavoro. Credo sia la conseguenza logica e normale delle cose”, conclude Gospić, citando i casi di cui sopra.

Facebook Commenti