Sciopero scuole. I sindacati di dicono no all’offerta governativa

Branimir Mihalinec presidente del Sindacato indipendente degli occupati nelle scuole medie. Foto: Pixsell

L’offerta del governo relativa all’aumento delle paghe agli insegnanti (e non dei coefficienti come chiedono quest’ultimi) è stata respinta dalla stragrande maggioranza delle scuole elementari e medie. Lo sciopero pertanto va avanti. Lo hanno fatto sapere i sindacati scolastici durante l’odierna conferenza stampa. Oggi lo sciopero di insegnanti e professori è arrivato al 35.esimo giorno con gli alunni che dovranno recuperare 15 giorni persi.
Quanto offerto dall’Esecutivo statale è stato respinto dall’88,93 per cento dei docenti delle medie e dal 92% degli insegnanti nelle scuole dell’obbligo durante il referendum promosso mercoledì e giovedì.
Il premier Andrej Plenković ha dichiarato di attendere la pubblicazione dei risultati del referendum dopodichè inviterà i sindacati ad avviare una nuova tornata di trattative. „Troveremo una soluzione, non ci resta altro che dialogare“, ha detto Plenković.

Facebook Commenti