Sciopero scuole. Che fine ha fatto il Difensore civico per i minori?

Il Difensore civico dei minori Helenca Pirnat Dragičević. Foto: Matija Habljak/PIXSELL

Alla riunione odierna tra il ministro dell’Istruzione e delle Scienze Blaženka Divjak e i rappresentanti dei sindacati degli occupati nelle scuole c’è stato un grande assente, ossia il Difensore civico dei minori Helenca Pirnat Dragičević. L’incontro era incentrato sul recupero delle lezioni perse a causa dello sciopero degli insegnanti, incontro conclusosi con un nulla di fatto. Alla riunione era stata invitata pure la Pirnat Dragičević che però non si è presentata. „Sto facendo tardi alla celebrazione dei 30 anni della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in quanto sono impenata nell’attuazione di tale Convenzione, nel senso che abbiamo avviato un dialogo per poter uscire da questa situazione che vede in primo piano proprio i bambini. E così che si attua la Convenzione e non scrivendo lettere preoccupanti. Bisogna uscire dalle trincee e trovare una soluzione a questo problema. Io sono parte di tale soluzione.“ Lo ha dichiarato la Divjak ai giornalisti facendo riferimento al Difensore civico per minori che stamani non si è presentato alla riunione suddetta, assente benchè invitata. La Divjak ha aggiunto inoltre come i bambini devono essere messi in primo piano.
Come mai la Pirnat Dragičević non ha preso parte all’incontro di stamani? Non l’ha fatto perché era ospite ad una trasmissione della Televisione nazionle. „Oggi per me e il mio ufficio e’ un giorno molto importante. Si celebra un grande anniversario. Sin dal primo mattino sono impegnata in vari eventi, legati allo sciopero delle scuole e alle celebrazioni della Convenzione sui diritti dell’infanzia che oggi per me è la cosa più importante.“ Lo ha detto la Pirnat Dragičević che alla risposta dei giornalisti sull’ assenza sua e dei dipendenti del suo ufficio alla riunione tra ministero e sindacati scuole ha spiegato come tutti i suoi colleghi e lei compresa, siano molti indaffarati in questo grande giorno. Durante la trasmissione alla TV pubblica, il Difensore civico dei minori ha dichiarato come sia preoccupante per i bambini la situazione venutasi a creare nel mondo scuola in seguito allo sciopero e come lei intenda tutelare i diritti dei più giovani e i loro interessi. „Viene violato il diritto all’istruzione, che viene garantito dalla Costituzione e dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia.“ È quanto fatto notare dalla Pirnat Dragičević la quale ha lanciato un appello agli adulti coinvolti in questa disputa affinchè trovino al più presto una soluzione al problema.

Facebook Commenti