Schengen. Conviene all’Ue l’adesione della Croazia

0
Schengen. Conviene all’Ue l’adesione della Croazia

“L’ingresso della Croazia nell’area Schengen è nell’interesse dell’Unione europea e questa è una priorità dei principali Stati membri.” È il parere espresso dal vicepresidente del governo e ministro degli Affari interni Davor Božinović, ospite della trasmissione radiofonica “A sada Vlada” (“E adesso il governo”) messa in onda dalla Radio croata. “La Croazia è formalmente pronta per Schengen (permette di viaggiare senza restrizioni all’interno di un territorio costituito da 26 Paesi, nda) e una conferma in tal senso è arrivata anche dal Consiglio dell’Unione europea. La Croazia è l’unico Paese ad aver superato le trattative per entrare a far parte dello spazio Schengen in base ad un nuovo modello, secondo nuovi criteri di valutazione. Per noi, questa, è stata una grande sfida”, ha affermato, aggiungendo come parallelamente Zagabria sia stata impegnata nel processo molto impegnativo relativo all’abolizione dei visti per gli Stati Uniti. “Dopodiché sono stati conseguiti altri risultati”, ha detto Božinović. “La Polizia croata è ora collegata 24 ore su 24 con l’FBI, il Terrorist Screening Center (un database a disposizione delle forze di Polizia con le informazioni riguardanti persone ricercate, condannate e indagate per vicende di terrorismo internazionale) e il Ministero della Sicurezza interna. Pertanto sia gli Stati Uniti che i Paesi dell’Ue possono collaborare con la Polizia croata”, ha affermato il ministro degli Interni soffermatosi pure sulle speculazioni secondo cui la Slovenia, che ha una disputa territoriale irrisolta con la Croazia, potrebbe bloccarle l’ingresso nell’area Schengen.

”Ci siamo adeguati e abbiamo soddisfatto i criteri”, ha affermato ancora Božinović, osservando che il principale beneficiario dell’ingresso della Croazia in Schengen sarebbe la Slovenia. “Se parliamo di sicurezza, è indubbio che l’entrata di Zagabria nella zona Schengen sia nell’interesse dell’Unione europea. I più importanti Paesi europei, compresa la Presidenza francese, lo hanno capito benissimo. E anche i vicini sloveni faranno altrettanto”, ha concluso il ministro degli Interni.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display