Scatta lo sciopero bianco della Polizia slovena

Il confine croato-sloveno di Castelvenere, in Istria

Scatterà alle 7 di domani, 11 gennaio, lo sciopero bianco attuato dalla Polizia slovena che potrebbe causare disagi ai valichi di confine con la Croazia. Come fatto sapere dal Sindacato di Polizia della Slovenia (PSS), la protesta continuerà ad oltranza. I motivi alla base dello sciopero sono di tipo salariale. Infatti, come rilevato dai sindacalisti, con l’ex governo non è stato realizzato l’accordo in base al quale gli stipendi di alcune categorie di agenti di Polizia avrebbero dovuto essere aumentati. L’attuale Esecutivo statale ha annullato tale accordo in base alla legge approvata nel settembre scorso senza previa consultazione con il Sindacato. “Lo sciopero si protrarrà a lungo con gli agenti che effettueranno controlli dettagliati. I cittadini sia nostrani che stranieri verranno informati sulle ragioni dell’astensione dal lavoro e spiegheremo loro che stiamo scioperando contro il governo e la sua arroganza. Nonostante ciò la sicurezza delle persone e dei beni sarà sempre al primo posto“. Stando ai media sloveni allo sciopero dovrebbero aderire circa 5mila poliziotti. Ai viaggiatori a questo punto non rimarrà altra scelta che armarsi di pazienza ai valichi di frontiera.

Facebook Commenti