Scandalo ultras a Zagabria. Striscione contro i serbi: condanna unanime

Foto dal profilo Twitter del Consiglio nazionale serbo (@SrpskoV)

Ha suscitato indignazione lo slogan (Fo******o le donne e i bambini serbi) volgare e offensivo riportato su uno striscione esibito da alcuni presunti ultrà della Dinamo di Zagabria. Il fatto, accaduto giovedì scorso a Kustošija, un quartiere periferico di Zagabria, è stato stigmatizzato dai circoli della minoranza serba. A condannare l’accaduto sono stati anche i rappresentanti delle istituzioni e diverse forze politiche. Il primo ministro Andrej Plenković ha condannato il comportamento delle persone immortalate sulla fotografia pubblicata dal Consiglio nazionale serbo (SNV) sul suo profilo Twitter. “A prescindere da chi sia a compierli, questo genere di comportamenti meritano soltanto di essere condannati”, ha dichiarato il premier, puntualizzando di non aver neppure voluto vedere la foto.
La polizia ha effettuato quattro fermi.

Il servizio completo sulla Voce in edicola sabato 13 giugno o in formato digitale. Clicca e abbonati. 

Facebook Commenti