Scandalo eolico. Rimac resta dietro le sbarre

Josipa Rimac durante le Presidenziali dello scorso gennaio. Foto Hrvoje Jelavic/PIXSELL

Il Consiglio extragiudiziale del Tribunale regionale di Zagabria ha respinto la proposta della difesa per la scarcerazione dell’ex segretario di Stato, Josipa Rimac, in modo da potersi difendere a piede libero. La Rimac sta attraversando un periodo di carcerazione preventiva  durante la quale sono state interrogate e ascoltate le altre persone coinvolte e i testimoni  dello scandalo “parco eolico”. Sul capo della Rimac ritenuta in cima alla “cupola”
pende il sospetto di abuso d’ufficio, abuso di potere e autorità, corruzione e concussione.

Facebook Commenti