Sanader dieci anni fa si ritirava dalla politica

0
Sanader dieci anni fa si ritirava dalla politica

“Io il mio percorso l’ho fatto. Arrivederci e grazie per la collaborazione”. Più o meno con queste parole, tra lo stupore generale, esattamente il 1.mo luglio di dieci anni fa Ivo Sanader diceva addio a tutti i suoi incarichi. Uno shock per l’opinione pubblica e per tutti i suoi collaboratori più fedeli, che non avevano intuito la mossa o ne erano venuti a conoscenza soltanto poche ore prima.
Le dimissioni a sorpresa di Sanader, giunte a metà del suo secondo mandato di premier, non hanno mi avuto una spiegazione, esistono solo supposizioni e la motivazione ufficiale: il blocco sloveno in relazione all’ingresso nell’Ue e la delusione nei confronti di parte dei leader europei che non si sarebbero schierati con forza a fianco della Croazia. Dei perché ai quali nessuno ha creduto.
Durante la sua attività politica Sanader era stato più volte oggetto di sospetti di corruzione e malaffare politico. L’indiscutibile carisma lo ha reso simpatico a quella parte più liberale del centrosinistra. Il massacro nei suoi confronti ha avuto inizio solo dopo l’addio al mondo della politica quando è stato coinvolto in diverse inchieste che dal punto di vista legale non sono ancor state portate a termine. Il suo operato politico può venir letto da diverse angolature, resta però il fatto che Sanader ha contraddistinto nel bene e nel male la storia del Paese.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display