San Girolamo Dalmata: ecco il nome per l’aeroporto di Spalato

Il terminal passeggeri dello scalo di Spalato

In un incontro con il presidente della Regione di Spalato e della Dalmazia, Blažeko Boban, i sindaci dell’area spalatina hanno sostenuto la sua iniziativa di dare all’aeroporto del capoluogo regionale il nome di San Girolamo Dalmata.
“Alla riunione è stato concluso che il presidente della Regione, Blaženko Boban, istituirà il Consiglio per ridenominare l’Aeroporto di Spalato in Aeroporto di San Girolamo Dalmata”, si afferma nel comunicato diramato dopo la seduta.
Nel Consiglio saranno invitati rappresentanti della Chiesa, accademici, giornalisti ed esperti di branding, al fine di raccogliere il maggior numero di argomentazioni nell’ambito del dibattito pubblico per informare il Ministero competente e il governo di Zagabria sull’importanza di dare all’aeroporto il nome di San Girolamo Dalmata, famoso sacerdote e uno dei quattro padri della Chiesa occidentale.
L’iniziativa è stata sostenuta dai sindaci di Spalato, Andro Krstulović Opara, dei Castelli spalatini (Kaštela), Denis Ivanović e di Traù (Trogir), Ante Bilić, nonché dal direttore dello scalo aereo Lukša Novak.
Sofronio Eusebio Girolamo, noto come San Girolamo, (Stridone, attorno al 347. – Betlemme 420.), padre e dottore della Chiesa, tradusse in latino parte dell’Antico Testamento greco e dall’ebraico il Vecchio testamento, contribuendo alla diffusione della Sacra scrittura. A lui viene attribuita la celebre frase “Parce mihi, Domine, quia dalmata sum” (Perdonami o Signore, perché sono dalmata). Il martirologio romano ricorda San Girolamo il 30 settembre. A San Girolamo sono consacrati numerosi luoghi di culto tra i quali l’Istituto pontificio croato a Roma, ovvero la chiesa di San Girolamo dei Croati a Ripetta.

Facebook Commenti