Russia. Sparatoria all’università di Perm: almeno 6 morti

Foto: screenshot Twitter

Almeno 6 persone sono morte e dieci sono rimaste ferite dopo che uno studente ha aperto il fuoco nell’università di Perm, nella Siberia occidentale. La notizia delle vittime è stata data dalla commissione investigativa russa, mentre il Ministero della Sanità ha dato conto dei dieci feriti, alcuni raggiunti dai colpi d’arma da fuoco altri lanciandosi dal secondo piano dell’edificio per sfuggire al killer. Lo studente autore della sparatoria è stato ucciso. Il giovane “è stato neutralizzato”, riferiscono i media russi, dopo che in un primo momento era stata data la notizia del suo arresto.
Vladimir Putin esprime profonde condoglianze alle famiglie e agli amici delle persone uccise nella sparatoria all’università di Perm. Lo fa sapere il Cremlino.

L’autore della strage aveva annunciato la strage sui social

 

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.