Rovigno. Media Festival: weekend di tendenza

La 12ª edizione del più grande raduno degli esperti del settore delle comunicazioni è in corso questo fine settimana negli ambienti dell’ex fabbrica tabacchi

La 12.esima edizione del Weekend Media Festival è già un successo. Foto Marko Dimic/PIXSELL

Il concerto della rock band fiumana Let3 ha dato il via ufficiale alla 12ª edizione del Weekend Media Festival, il più grande raduno degli esperti del settore dei media e delle comunicazioni della macroregione, in corso questo fine settimana negli ambienti dell’ex fabbrica tabacchi di Rovigno.
Quest’importante destinazione turistica che, ad oggi, ha oltrepassato la quota dei 3,8 milioni di pernottamenti, per la durata di 3 giorni, diventa la capitale del mondo dei media locali, con più di 5mila partecipanti, tra cui oltre 550 giornalisti e 350 studenti. Il Festival, quest’anno, prevede un programma di oltre 50 conferenze, presentazioni e workshop in sei sale che ospiteranno più di 150 relatori provenienti da tutto il mondo.
Tra questi, Jean Claude Biver, a capo dei marchi di lusso Tag Heuer e Hublot, il quale ha introdotto il Festival con un Masterclass all’albergo Grand Park Hotel, durante il quale ha consegliato al pubblico di essere sempre diversi, andare controcorrente ed essere unici.
Tra le conferenze più visitate in mattinata è stata quella intitolata “Tutti gli uomini del presidente”. Željka Gulan (RTL), Andrija Jarak (NovaTV), Ankica Mamić (IMC) e Jerko Trogrlić (Vajt), moderati da Hrvoje Krešić (N1), hanno discusso sulle presidenziali in Croazia, sui candidati e sulle loro campagne, in particolar modo sul modo di comunicare con gli elettori e sui diversi canali mediatici utilizzati. Una campagna elettorale che hanno definito piuttosto noiosa e poco creativa, mentre in quanto alle previsioni dei risultati alle prossime elezioni, le maggiori probabilità di vincita sono state associate all’attuale presidente Kolinda Grabar Kitarović, mentre Zoran Milanović è visto come il candidato che rappresenta la concorrenza più grande.
Alcuni tra i personaggi più importanti della scena musicale dei Balcani, Severina, Tonči Huljić, Stefan Đurić Rasta e Relja Milanković hanno discusso delle tendenze e dei cambiamenti nel mondo della musica, della popolarità di nuovi generi musicali, nonché dell’influsso delle piattaforme digitali sulle tendenze attuali.
Tra gli ospiti della prima giornata del Festival, anche Sarah Marshall della Vogue international, la quale ha toccato i temi più richiesti dai lettori e come utilizzarli per aumentare il numero delle copie vendute.
Il concerto dei Let3 è stato organizzato nell’ambito della presentazione, al Festival, del progetto “Fiume 2020 – capitale europea della cultura”. In questo contesto, oggi verrà illustrato il programma culturale “Dopolavoro” da parte del responsabile del Settore per la cultura della Città di Fiume, Ivan Šarar, quindi Emina Višnić, direttrice della società “Fiume 2020” e Davor Mišković, coordinatore del programma “Dopolavoro” nel cui ambito all’ex fabbrica “Hartera” si terrà un concerto rock di un complesso composto da robot meccanici che andranno a sostituire musicisti.

Facebook Commenti