Rotta balcanica: Lamorgese a Trieste. Controlli più intensi ai confini

Il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese

La gestione dei minori stranieri non accompagnati e la sicurezza dei confini nazionali sono stati i temi al centro del vertice di oggi (martedì, 8 settembre) nella Prefettura di Trieste, a cui hanno preso parte il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, i vertici della Regione Friuli Venezia Giulia, i prefetti e i sindaci del territorio.
Il capo del Viminale ha poi esposto il quadro della situazione, evidenziando come a fronte di un effettivo aumento degli arrivi lungo la rotta balcanica – con 3.059 migranti presenti sul territorio (dato del 6 settembre scorso) rispetto ai 2.104 dello stesso periodo dell’anno scorso – vi sia stato però al contempo un notevole aumento delle riammissioni informali, triplicate rispetto al 2019.
Lamorgese, ha spiegato che è stato concordato l’invio di un’ulteriore aliquota di militari a rafforzamento dell’area di Udine. Inoltre, annuncia, da subito si lavorerà per intensificare i controlli ai confini.

Facebook Commenti