«Ritorno a scuola a settembre? È difficile dirlo…»

Il rientro in classe a settembre è tutt'altro che scontato. Foto Goran Žiković

“Effettivamente è un po’ troppo presto per dare una risposta concreta, ma l’estate passerà in fretta e ci ritroveremo subito in autunno. Agli inizi di settembre bisognerà prendere una decisione molto difficile”. Questa la risposta di Krunoslav Capak, direttore dell’Istituto nazionale per la salute pubblica, alla domanda se la scuola riprenderà regolarmente a settembre. “La decisione dipenderà innanzitutto dalla situazione epidemiologica”, ha aggiunto Capak, sottolineando che nei Paesi in cui l’attività scolastica è ripresa “non è successo nulla di male”. “Ripeto, decideremo in settembre, in accordo con il Ministero dell’Istruzione  – ha proseguito il membro della task force nazionale per la lotta al coronavirus -, prendendo in considerazione anche le condizioni tecniche per la ripresa delle lezioni”. Capak, in questo senso, ha voluto ricordare che “quando abbiamo riaperto le scuole per le prime quattro classi delle elementari, abbiamo dovuto affrontare dei problemi di natura tecnica e organizzativa. Perciò, prima di prendere una decisione dobbiamo preparaci molto bene ed esaminare la situazione a fondo. Ma, ripeto, è ancora troppo presto per dire se a settembre tutti gli alunni rientreranno in classe”.

 

Facebook Commenti