Rilancio del turismo. L’Ue agli Stati membri: «Allentare le misure»

La splendida Ragusa (Dubrovnik). Foto Grgo Jelavic/PIXSELL

La Commissione europea ha deciso di proporre agli Stati membri di allentare le attuali restrizioni sui viaggi non essenziali nell’Ue, per tenere conto dei progressi delle campagne di vaccinazione e degli sviluppi della situazione epidemiologica a livello mondiale”. Per questo, fa sapere l’Esecutivo comunitario in una nota, propone di consentire l’ingresso nell’Ue per motivi non essenziali non solo a tutte le persone provenienti da Paesi con una buona situazione epidemiologica, ma anche a tutte le persone che hanno ricevuto l’ultima dose raccomandata di un vaccino autorizzato dall’Ue.
La nota diffusa oggi dalla Commissione propone anche di modificare la soglia dei casi usata per determinare una lista di Paesi dai quali possono essere autorizzati gli spostamenti. Ma per bilanciare il rischio Bruxelles suggerisce anche di adottare un meccanismo di “freno d’emergenza”, che “permetterà agli Stati membri di agire rapidamente e in modo temporaneo per limitare i viaggi da Paesi a rischio per il tempo necessario”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.