Regione litoraneo-montana: schizza il numero delle infezioni

Mascherine obbligatorie nella pescheria dei mercati di Fiume. Foto Goran Žiković

Gli epidemiologi hanno lanciato l’allarme alcune settimane fa, ma il loro appello è rimasto inascoltato. Durante il mese di dicembre, con l’arrivo del periodo natalizio, i cittadini si sono rilassati un po’ troppo, con la vita che sembrava scorrere come nei periodi pre-pandemia. E ora la situazione torna di nuovo critica. Oggi, mercoledì 29 dicembre, nella Regione litoraneo-montana sono ben 527 i nuovi casi di Covid (ieri erano 397), a fronte di 2.131 tamponi. Il tasso di positività è schizzato al 24,73%, per un aumento di oltre 11 punti percentuali rispetto al giorno prima.
Nelle ultime 24 ore nel Centro clinico ospedaliero di Fiume non ci sono stati fortunatamente decessi riconducibili al virus, mentre è diminuito di due unità il numero delle persone ricoverate (ora sono 95), mentre in terapia intensiva si trovano 11 pazienti, stesso numero del giorno prima.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.