Regione litoraneo-montana: impennata di nuovi casi e 3 decessi

A Fiume è in corso l'installazione delle luminarie natalizie. Foto Roni Brmalj

Il capoepidemiologo di Fiume, Dobrica Rončević, afferma che “ci siamo lasciati alle spalle l’apice della seconda ondata”, ma i numeri lo smentiscono subito. Oggi, 11 novembre, nella Regione litoraneo-montana assistiamo a una nuova impennata di casi di Covid-19: sono 166 (+62 rispetto al giorno precedente), a cui vanno aggiunti anche 3 decessi. I tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 991 e il rapporto test/positivi è oggi salito a quasi il 17%. Crescono anche le ospedalizzazioni e le terapie intensive: nel Centro clinico ospedaliero di Fiume sonno ricoverati 80 pazienti, di cui 11 hanno bisogno del respiratore.
La buona notizia è che sono guarite 168 persone e il numero dei casi attivi nel Quarnero e nel Gorski kotar  è di 1277. La task force regionale sottolinea il fatto che il numero dei contagiati tra gli anziani “non sta salendo” e la loro quota nella totalità dei casi si aggira attorno al 13%. Ma poi si precisa che nelle ultime 24 ore sono 5 gli assistiti delle Case di riposo che operano nella Regione che hanno contratto il coronavirus, portando a 52 i casi d’infezione nelle Case degli anziani.

Facebook Commenti