Protezione civile: 56 casi in Croazia

L'autista di un mezzo di trasporto pubblico con la mascherina. Foto Dubravka Petric/PIXSELL

Sono 56 i casi di coronavirus, 40 meno di ieri, registrati nelle ultime 24 ore in Croazia. Lo ha reso noto la task force nazionale. La maggior parte dei nuovi contagi è stata riscontrata a Zagabria (23). Tra ieri e oggi sono stati effettuati 780 tamponi, mentre il numero complessivo dei casi dall’inizio dell’epidemia è salito a 2.539. Ad oggi sono 51 le persone ricoverate negli ospedali.
Ivanišević positivo, il premier in isolamento?
Parlando di Goran Ivanišević e dell’eventualità che il premier Plenković, il quale ha incontrato sia l’ex tennista serbo che Novak Đoković (pure positivo al Covid-19) durante l’Adria Tour di Zara, la direttrice dell’Ospedale per le malattie infettive Fran Mihaljević di Zagabria, Alemka Markotić, ha precisato che Ivanišević ha effettuato tre tamponi (giovedì e lunedì scorso e ieri) e che “soltanto quest’ultimo ha confermato la positività”. “Quindi – ha precisato il medico – l’ex giocatore spalatino non era contagioso sabato scorso, quando si è incontrato con il primo ministro”.
I confini? Dipende dall’andamento dei contagi
Parlando dei confini e della loro possibile chiusura, i membri della task force hanno precisato che “stiamo vivendo una fase in cui dobbiamo convivere con il virus, in cui alcune decisioni saranno preso dall’oggi al domani, in base all’andamento della situazione generale”.

Facebook Commenti