Proteste Usa: 4 morti. Trump a rischio rimozione (video-foto)

E’ di quattro morti il bilancio delle proteste a Capitol Hill dei sostenitori di Donald Trump contro la certificazione della vittoria di Joe Biden. Lo ha reso noto la polizia di Washington Dc. Tra le quattro vittime c’è anche la donna raggiunta da un colpo di pistola al petto a Capitol Hill. Si tratta di una sostenitrice di Donald Trump, Ashli Babbit. La donna è stata colpita da un agente in uniforme della polizia del Campidoglio con la sua arma di servizio. Lo ha confermato la famiglia. Il capo della polizia metropolitana di Washington Dc, Robert J. Contee, ha precisato che gli arresti sono stati 52 e che hanno partecipato alle marcia di Washington “Save America” circa 45.000 persone. Il sindaco di Washington ha esteso l’emergenza pubblica per altri 15 giorni, fino al 21 gennaio, il giorno dopo l’insediamento di Joe Biden, appuntamento per il quale si temono nuovi forti tensioni.

 

Intanto prende corpo l’ipotesi di invocare il 25.esimo emendamento per rimuovere Donald Trump, anche se l’idea non è stata ancora ventilata al vicepresidente Mike Pence. Il 25.esimo emendamento della Costituzione prevede che il vicepresidente prenda i poteri nel caso il Presidente muoia, si dimetta o sia rimosso dal suo incarico. D’accordo sulla rimozione anche alcuni leader repubblicani. Intanto si susseguono diverse dimissioni, dalla portavoce di Melania Trump al vice portavoce della Casa Bianca. E stanno valutando di lasciare anche il ministro dei Trasporti e il consigliere per la sicurezza Nazionale. Intanto Trump, che ieri è intervenuto con un video in cui ribadiva l’accusa di elezioni falsate invitando comunque i suoi fan a “tornare a casa”, è stato bannato temporaneamente dai principali social media, Twitter, Facebook e Instagram.

Foto screenshot/Twitter

 

Facebook Commenti