Presidenziali. Per diventare Capo dello Stato servono 1.050.000 voti

Foto: PIxsell

Mancano due giorni al secondo turno delle Presidenziali in Croazia, in programma domenica 5 gennaio. Stasera su Nova TV si sarà l’ultimo duello tra i due candidati alla carica di Presidente della Repubblica: l’attuale Capo dello Stato, Kolinda Grabar Kitarović (appoggiata dall’HDZ) e Zoran Milanović (sostenuto dall’SDP). Domenica chi si aggiudicherà poco più di 1.050.000 voti sarà il vincitore delle elezioni. La Comunità democratica croata, come scrive lo Jutarnji list, l’ultimo giorno del 2019 ha inviato a tutti i presidenti delle varie sezioni partitiche informazioni dettagliate su quanti voti si debbano raccogliere a livello regionale facendo sapere altresì come in seno al Partito socialdemocratico sia in atto una mobilitazione generale. Anche quest’ultimo schieramento politico, conti alla mano, fa sapere che per diventare Presidente della Repubblica siano necessari un milione e 50mila voti (senza quelli della diaspora, ossia dei croati all’estero). Stando ad un esponente socialdemocratico, domenica prossima alle urne potrebbe recarsi il 51 per cento dell’elettorato, come avvenuto al primo turno delle Presidenziali, scrive lo Jutarnji list.

Facebook Commenti