Pola. Orrore in mare – ucciso un delfino

Un delfino trovato morto due anni fa in Dalmazia

Pola – Quello che doveva essere forse una gita romantica in barca si è trasformato in un incubo. Una giovane coppia approfittando del bel tempo, in barca, si è messa a girare nell’area di mare vicino alla città dell’Arena. Arrivati al porticciolo di Puntisella, più o meno di fronte all’isolotto di San Girolamo, una scena horror: un delfino incagliato e sugli scogli una macchia rossa di sangue.
La coppia si è avvicinata pensando che l’animale fosse ancora vivo e magari soccorrerlo. Avvicinatisi i due sono rimasti inorriditi da quanto visto perché il delfino (di due metri e mezzo circa di lunghezza) era stato ucciso crudelmente perché sul corpo era pieno di ferite da taglio o forse per esser stato arpionato. Così potrebbe essere successo che: o l’animale si è incagliato e poi ha incontrato un carnefice selvaggio che lo ha ucciso crudelmente, oppure potrebbe essere finito nelle reti di qualche pescatore che per liberarsene ha usato la forza bruta contro quello che è ritenuto uno degli animali più amichevoli con l’uomo.
I delfini comuni comunicano attraverso una vasta gamma di suoni e si mostrano affettuosi e solidali verso chi è malato o in difficoltà. Inoltre, sono giocosi acrobati e non perdono l’occasione di “surfare” sulla scia delle navi ed esibirsi fuori dall’acqua in spettacolari salti mortali. Sono eccellenti predatori e fanno razzia di calamari, polpi e pesci piccoli come le sardine e le acciughe. I pericoli maggiori per questi cetacei vengono dalle reti da pesca e dall’inquinamento, mentre in natura devono temere solo squali, orche e…orchi.

Facebook Commenti