Pola. Zoričić: abbiamo 36 rifugi atomici

0
Pola. Zoričić: abbiamo 36 rifugi atomici
Il sindaco di Pola, Filip Zoričić

“Questa mattina presto (mercoledì 2 marzo) ci è stata recapitata una lettera della città ucraina amica di Uzghorod, dalla quale sono in fuga 12.000 persone. Si tratta di una città di circa 100mila abitanti o poco più. Le autorità ci hanno chiesto aiuto in generi di prima necessità e noi abbiamo stanziato 50mila kune, ma quello che mi preme dire è che siamo in attesa di ricevere dei profughi. Una parte dei 12mila si fermerà sicuramente strada facendo, nei Paesi confinanti, dopo di ché ci faranno sapere l’esatto numero degli sfollati in arrivo a Pola. Si tratta in larghissima parte di donne e bambini, che noi accoglieremo volentieri nella nostra città”.

Si è espresso in questi termini il sindaco di Pola, Filip Zoričić, al suo appuntamento con la stampa, inaugurando il delicatissimo argomento della guerra in Ucraina: “Sono tempi bui di scontri di civiltà, ma speriamo che la guerra in Ucraina abbia termine quanto prima e che non ci raggiunga in alcun modo. Ciò non toglie che devo informarvi sulla disponibilità dei rifugi nucleari sul territorio cittadino, come stanno facendo del resto anche le altre amministrazioni comunali del Paese. Dunque, Pola dispone di 36 rifugi nucleari e 23 rifugi tradizionali o tunnel. Dei 36 nucleari, 34 sono completamente abitabili cioè fruibili. In quelli che chiamiamo tunnel possono trovare riparo per brevi intervalli di tempo circa 20.000 persone. Questi sono i numeri ma, lo ripeto, speriamo di non averne bisogno. Se ne parlo è perché è un obbligo dell’amministrazione comunale parlarne”, ha concluso il sindaco.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display