Plenković-Dombrovskis: «L’euro non è una scusa per alzare i prezzi»

0
Plenković-Dombrovskis: «L’euro non è una scusa per alzare i prezzi»
Valdis Dombrovskis e Andrej Plenković nella sede del govenro a Zagabria. Foto: Sanjin Strukic/PIXSELL

“Il cambio kuna-euro definitivo sarà stabilito in luglio, mentre dal 5 settembre inizierà in via ufficiale la doppia esposizione dei prezzi. Dal 1.mo gennaio 2023 l’euro sarà la valuta ufficiale della Croazia, mentre dal 15 gennaio le kune andranno in pensione”. Lo ha dichiarato il premier Andrej Plenković, parlando dell’adozione della moneta unica euro, per cui Zagabria ha ottenuto mercoledì 1 giugno il via libera da parte della Commissione europea e della Banca centrale europea. Il benestare definitivo del Consiglio dovrebbe giungere in luglio dopo una valutazione dei ministri delle Finanze dell’Eurogruppo e del Parlamento europeo. La data chiave sarà quella del 12 luglio. Ma ormai sembra cosa fatta.

“La Croazia è l’unico Paese Ue al di fuori dell’eurozona che ha soddisfatto tutti i criteri per l’ingresso nell’unione monetaria. Questo era uno degli obiettivi strategici del governo”, ha dichiarato il premier al termine dell’incontro con il vicepresidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, a Zagabria. Plenković e Dombrovskis hanno poi ammonito che l’introduzione dell’euro “non deve essere usato come scusa per aumentare i prezzi, dunque è certamente necessario vigilare, anche perché siamo già in un periodo di pressione inflattiva”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display