Sabor: il denaro per i tablet alle zone terremotate

L’Emiciclo del Parlamento croato. Foto Boris Scitar/Vecernji list/PIXSELL
A causa delle misure antiCovid, il Sabor (il Parlamento di Zagabria) lo scorso anno ha cambiato in maniera significativa il suo modo operativo, tranne che nell’aula principale. Ha schierato parlamentari in diverse altre sale e molti di loro si sono uniti online ai lavori plenari dalle loro case. Ben un terzo dei 151 parlamentari è risultato positivo al coronavirus o era in contatto con una persona infetta, il che ha significato lavorare da remoto, discutere e votare a distanza. Nel corso del tempo, questo modo di lavorare è diventato abbastanza consolidato, ma c’erano anche casi in cui la tecnologia ha funzionato a singhiozzo. Nuovi tablet, 165 per i quali il Parlamento ha emesso un bando pubblico nel novembre dello scorso anno, dovrebbero aiutare a eliminare questi casi. Il valore dell’appalto è stimato a 315mila kune, IVA esclusa. Ma oggi, il presidente Gordan Jandrokovć ha annunciato che il Sabor desisterà dall’acquisto dei tablet: “Il denaro previsto sarà destinato alle zone colpite dal sisma”.

Facebook Commenti